gracie jiu jitsu - brazilian jiu jitsu

 
 

LA RICERCA DELL’INVINCIBILITA’

Quello che sembra un mito è in realtà un principio che Helio Gracie ha applicato per tutta la vità. Attenzione essere imbattibile non vuol dire per forza : io batto tutti, bensi affermare che gli altri non possono battermi o costringermi alla resa! Sapere come controllare ed impedire agli altri di poterti fare male, anche se più grossi e forti, farli stancare o commettere errori per poi ottenere una leva od uno strangolamento che possa chiudere il combattimento. Nella sua carriera Helio ha affrontato combattimenti che duravano ore(fino a 3,40)...esattamente come nella realtà della difesa personale, se sei aggredito e nessuno può intervenire in tuo soccorso il combattimento andrà avanti fino alla resa di uno dei due...ed è necessario che sia l’aggressore!


STORIA DEL GJJ

Quando Helio e Carlos Gracie impararono il Jiu Jitsu dal forte lottatore giapponese Mitsuyo Maeda diedero inizio ad una rivoluzione tecnica che da li a qualche anno avrebbe cambiato il mondo delle arti marziali costringendo tutti ad imparare i fondamenti della lotta a terra per poter competere nelle lotte tra stili diversi. Helio il più piccolo dei due ed il più gracile come costituzione fu obbligato ad adattare il jiu jitsu alle sue limitate risorse fisiche, quindi con l’aiuto del fratello Carlos cominciò a modificare la modalità classica fino ad allora, aumentando la componente di lotta a terra. Portare una persona abituata a muoversi su un piano verticale (postura eretta) ad un piano orizzontale (a terra) e costringerlo a combattere li, permette di ridurre le differenze fisiche e far predominare l’aspetto tecnico : in piedi un pugno o un calcio bene o male lo sanno tirare tutti, mentre a terra se non si ha provato e sviluppato tecnica specifica si finisce per essere in balia di chi è bene addestrato. Basti guardare il video di Royce Gracie (fratello di Robin) che a circa 18 anni e con i suoi 80 Kg incontrò uomini di 100 e passa kg

dominandoli e costringendoli alla resa. E questo per qualche anno, vincendo 3 UFC con svariati incontri di fila ogni edizione, confrontandosi con pugili, thai boxers, kick boxers, judoka, ecc.



Max e Robin Gracie dopo lo stage di fine anno

Octavio “Ratinho” Couto alla Gears of Jiu Jitsu